LA TERAPIA:

Orientare il paziente in un percorso di scoperta.

"Dal punto di vista psicoterapeutico la nuova ipnosi, che si fonda su una concezione naturalistica dello stato di trance, non propone più l'ipnotista come figura autoritaria e carismatica che applica artificialmente procedure ritualistiche, ma si impegna soprattutto a riconoscere e rispettare le caratteristiche del soggetto. Quest'ultimo non assume un ruolo passivo e sottomesso, ma diviene protagonista attivo del processo induttivo al quale prende parte. La trance è un'esperienza relazionale naturale e fisiologica, quotidiana piuttosto che straordinaria, capace di mobilitare e rendere utilizzabili capacità e risorse che sembravano inaccessibili". Camillo Loriedo

L'inconscio, nella concezione dell'ipnositerapia ericksoniana, si costituisce non solo come il luogo nel quale sono depositate tutte le esperienza di vita presenti e passate, e le attuali aspettative di futuro; ma anche un ambito che racchiude simbolicamente tutte le straordinarie capacità insite in ciascun essere umano. Il lavoro di terapia ipnotica si configura come uno spazio co-costruito dall'inconscio della persona che chiede aiuto, da quello del terapeuta e dalla relazione che intercorre tra di loro. L'ipnoterapeuta si propone di far emergere le capacità e le risorse della persona con cui sta lavorando, di modo che per questa sia possibile esprimere se stessa in modo equilibrato ed armonico.


CITAZIONI

" Ora i tuoi pensieri possono essere positivi, possono essere negativi,
ma in ogni caso io voglio che tu ti senta estremamente a tuo agio in questo diretto, attento esame della tua mente a proposito di tutte queste cose che ti stanno disturbando da un punto di vista emozionale magari disturbando in un gran numero di modi diversi ... "

Milton Erickson

INFORMAZIONI

Dr. Nicoletta Gava
011.536.62.34
gava@ericksoninstitute.it

Dr. GianCarlo Di Bartolomeo

011.303.50.32
dibartolomeo
@ericksoninstitute.it